Il Turismo accessibile in Italia

In Italia la situazione non si scosta di molto dalla tendenza europea.  Si calcola infatti in circa 6 milioni il numero dei potenziali fruitori del turismo accessibile. Non tutti infatti hanno libero accesso garantito alle strutture: alberghi, spiagge, musei ecc. che non sempre hanno a disposizione tutti i servizi adatti. Un esempio? Non tutte le spiagge hanno la pedana per raggiungere l’ombrellone, carrozzine per entrare in acqua e lettini regolabili e rialzati. Non tutti i treni permettono l’accesso dei disabili con facilità e via dicendo. Tuttavia, resta la buona intenzione e la voglia di migliorare. E’s tata infatti istituita, la Commissione per la promozione e il sostegno del Turismo Accessibile,che ha anche sviluppato, la Carte dei diritti del turista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *